UNA PIAZZA PER MADRE MORANO

Domenica 8 novembre ha avuto luogo a Montaldo Torinese l’intitolazione della piazza antistante il Municipio: ora si chiama piazza Maddalena Morano. La scelta dell’amministrazione si rivela particolarmente felice perché permette alla cittadinanza di conoscere meglio una figura che ha operato nel paese in modo significativo dal 1866 al 1878 pur essendo più conosciuta altrove, ad esempio in Sicilia, la terra che l’ha accolta dopo la professione religiosa e in cui ha fondato case delle Figlie di Maria Ausiliatrice, scuole, oratori con una dedizione straordinaria e un’ incrollabile fiducia in Dio.

Ma i primi 30 anni di vita di Maddalena Morano, la sua esistenza da laica, la portarono proprio a Montaldo e in questo piccolo paese della collina la sua presenza assunse un particolare risalto. Vi giunse nel 1866 con il diploma di maestra, diploma conseguito con grossi sacrifici , accolta con diffidenza come “ forestiera”, lei che arrivava da Buttigliera. Ma in breve conquistò la stima e l’affetto non solo degli allievi e delle loro famiglie ma di tutto il paese. Donna concreta, aiutava i poveri, svolgendo per così dire il ruolo di assistente sociale. Le testimonianze la ricordano come un’insegnante preparata, rigorosa, appassionata ma anche allegra; amava i suoi allievi e si prendeva davvero cura di loro. Potè scegliere con libertà di seguire la sua vocazione religiosa solo dopo aver assicurato alla madre, vedova e povera, una vecchiaia dignitosa. Una figura, quella di Maddalena Morano, emblematica ed efficace anche ai nostri giorni, per molti versi “ moderna”.

Montaldo le dedica una piazza nei luoghi dove lei visse ed esercitò la sua professione di insegnante, frequentando assiduamente la chiesa, ugualmente stimata e ritenuta insostituibile sia dal parroco che dal sindaco .

Il persistere della diffusione del Covid 19 purtroppo costringe ad un’inaugurazione in assenza di pubblico, molto ridimensionata rispetto al progetto iniziale che prevedeva una rappresentanza delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Alì Terme (Messina), patria “ del cuore” di Madre Morano in Sicilia.

L’auspicio è di poter dedicare, quando la situazione si normalizzerà, ben altro spazio alla figura di questa donna esemplare, pragmatica, determinata .

La giornata di domenica 8 novembre è iniziata con la S. Messa delle ore 9, celebrata dal parroco di Andezeno e Montaldo don Enrico Trombino nella Chiesa dei SS. Vittore e Corona. Valeria Martano,  ex insegnante, ha presentato brevemente l’attualità dell’impegno pedagogico di Maddalena Morano.

Alle ore 10,30 davanti al Municipio Don Enrico Trombino ha benedetto la piazza .

L’intitolazione della piazza, che è avvenuta alle 10.30, ed è consistita in pochi, semplici gesti, ma che hanno permesso di conoscere meglio ed apprezzare le virtù, laiche e cristiane, di Maddalena Morano, donna coraggiosa   ed insegnante appassionata del suo lavoro.

 

Il pieghevole predisposto dal Comune di Montaldo Torinese: PIEGHEVOLE MORANO

L’intervento di Valeria Martano 

Nella foto: L’Assessore alla Cultura Emanuela Cardis,Giovanni Varetto presidente di Montaldo Cultura, il Sindaco, Sergio Gaiotti, don Enrico trombino e la prof. Valeria Martano

Please follow and like us: