SERVIZIO CIVILE 2020/21

La programmazione del Servizio Civile Universale, art. 4 comma 1 del D.lgs. 6 marzo 2017 n. 40, si realizza attraverso il piano triennale 2020-2022 modulato per l’anno 2020 in un piano annuale ed attuato mediante programmi di intervento proposti dagli enti iscritti albo del servizio civile universale.

Enti iscritti albo del servizio civile universale:  VIDES, Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo e Salesiani per il Sociale APS.

 

Il VIDES, Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo, è un’agenzia educativa ed organismo di cooperazione internazionale allo sviluppo guidata dalle suore salesiane e da laici,  che grazie all’intuizione di Don Bosco e di Madre Mazzarello crede sia possibile educare i giovani ad essere protagonisti della propria realizzazione, riconoscendo particolare valore all’educazione, promozione e formazione, onde assicurare loro uno sviluppo adeguato ai tempi e al progresso tecnologico nella società. Il VIDES si occupa anche di coordinare il Servizio Civile in Italia e all’estero attraverso progetti che prevedono interventi educativi rivolti a minori e  giovani in scuole, centri di formazione professione, oratori e centri giovanili

 

Salesiani per il Sociale APS è l’organizzazione non-profit guidata dai Salesiani d’Italia che oltre a continuare l’opera di Don Bosco nell’ambito dell’emarginazione e del disagio giovanile, si occupa anche di coordinare il Servizio Civile Universale in Italia e all’Estero. I progetti tra i quali poter scegliere riguardano tutti gli ambiti d’intervento dell’organizzazione, ossia i servizi socio-educativi rivolti a minori e giovani, in oratori, centri giovanili, case famiglie e scuole.

 

I programmi di intervento

Il programma di intervento del servizio civile universale è un insieme organico di progetti coordinati tra loro, in cui vengono impegnati i giovani operatori volontari nella loro esperienza di servizio civile, che si configura come un percorso di formazione, crescita e cittadinanza attiva supportata dall’ente

 

Programma “BASE” e programma “SI PUÒ”

Per l’anno 2020 gli enti  “Salesiani per il Sociale APS” e  “VIDES”, attraverso una collaborazione finalizzata al raggiungimento di uno scopo  comune, hanno proposto due programmi di intervento dal titolo “BASE – Benessere Apprendimento Scuola Educazione” e “SI PUÒ – Sostegno Inclusione Partecipazione Uguaglianza Opportunità”.

Ciascun programma di intervento contiene un insieme organico di progetti, coordinati tra loro, in cui vengono impegnati i giovani operatori volontari nella loro esperienza di servizio civile, che si configura come un percorso di formazione, crescita e cittadinanza attiva supportata dagli enti

 

Programma BASE

Benessere Apprendimento Scuola Educazione

Il programma “Base – Benessere Apprendimento Scuola Educazione” intende promuovere il benessere scolastico e favorire l’apprendimento delle competenze di base e trasversali, riducendo  il numero di potenziali giovani in dispersione che rischiano l’esclusione dai contesti di apprendimento e di formazione, al fine di rendere esigibile il loro diritto all’istruzione.

I progetti del programma BASE

I progetti che compongono il programma sono sette:

Obiettivo del programma:

L’obiettivo del programma “Base – Benessere Apprendimento Scuola Educazione” è potenziare le competenze cognitive e sociali dei minori presi in carico e attivare percorsi di prevenzione, recupero scolastico e socializzazione per ridurre i fallimenti scolastici e accrescere le possibilità di successo.

In particolare il programma prevede la realizzazione di interventi educativi per minori e giovani al fine di:

1) rinforzare gli apprendimenti di base (le competenze rilevate da INVALSI);

2) rinforzare il benessere scolastico degli alunni (motivazione all’apprendimento, benessere relazionale e sociale);

3) abilitare gli studenti alle competenze indispensabili per una piena partecipazione sociale e civica soprattutto nella dimensione centrale del lavoro. La scuola come palestra di cittadinanza.

 Ambiti intervento e Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

Il programma Base contribuisce al raggiungimento dell’Obiettivo 4 dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile  “Fornire un’educazione di qualità equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti” e, in riferimento al piano triennale 2020-2022 per la programmazione del Servizio Civile Universale,  definisce come proprio ambito di azione “l’accessibilità alla educazione scolastica, con particolare riferimento alle aree di emergenza educativa e benessere nelle scuole”

 

Programma SI PUO’

Sostegno Inclusione Partecipazione

Uguaglianza Opportunità

Il programma intende promuovere il protagonismo dei giovani, sostenendo processi di partecipazione attiva, al fine di ridurre le diseguaglianze e contrastare le cause di povertà educativa.

Obiettivo del programma:

In particolare il programma prevede la realizzazione di interventi educativi per sostenere minori e giovani portatori di bisogni specifici in relazione alla condizione cui vivono al fine di:

1) rinforzare l’autostima, la capacità di autonomia e la consapevolezza di sé;

2) sviluppare le competenze di base, le abilità sociali utili per un futuro inserimento lavorativo e necessarie nella vita

I progetti del programma Si Può

I progetti che compongono il programma Si può sono cinque:

  • Ci sto dentro
  • Pronti a sognare
  • Questa è la mia casa
  • Sapere diffuso
  • Volere volare

Ambiti intervento e Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

Il programma Si Può –  concorre al raggiungimento dell’Obiettivo 10 dell’Agenda per lo sviluppo Sostenibile 2030: “Ridurre l’ineguaglianza all’interno di e fra le Nazioni”. In particolare, in linea con il target 10.2, “Potenziare e promuovere percorsi d’inclusione sociale”

In riferimento al Piano Triennale 2020-2022 per la programmazione del servizio civile universale, il Programma SI PUO’ definisce come proprio ambito d’azione il “Sostegno, inclusione e partecipazione delle persone fragili nella vita sociale e culturale del Paese”. e concorre al raggiungimento dell’obiettivo 10 dell’Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030 “Ridurre l’ineguaglianza all’interno di e fra le Nazioni” ed in particolare il target 10.2 “Potenziare e promuovere percorsi d’inclusione sociale”.