acqui

Inizio della scuola ad Acqui Terme

Commenti disabilitati 49

La Scuola Primaria Santo Spirito apre il sipario…

 

Al Santo Spirito l’anno scolastico è iniziato con la metafora “sipario” che si apre per dare spazio all’unicità e alla ricchezza di ciascuno.

Tutti siamo protagonisti ed attori nello scoprire e nell’apprendere. La vita da accogliere, far crescere e custodire è il “filo rosso” che significa e da valore ad ogni evento. La novità e lo stupore sono gli elementi chiave per un clima in cui il cimentarsi è impegno quotidiano vissuto nella gioia.

Venerdì 29 settembre si è dato inizio in modo ufficiale all’anno scolastico, all’insegna della semplicità e della profondità,con una celebrazione che ha coinvolto alunni, docenti, genitori e comunità religiosa in un clima di famiglia. Il linguaggio dei segni e dei gesti ha reso comprensibile il messaggio che si voleva trasmettere. Una piantina donata ad ogni classe racchiude la metafora della crescita; il passaggio di questo segno dagli alunni alla maestra è una consegna di responsabilità, che rende visibile l’impegno comune, attraverso la crescita della vita!

Mercoledì 4 ottobre nella Scuola Primaria, durante l’orario curriculare, inizierà un’ora aggiuntiva di conversazione inglese con un’insegnante di madre lingua del British Institute; la stessa insegnante sarà a disposizione per perfezionare la lingua durante le attività opzionali del venerdì pomeriggio. Il gruppo del teatro tradurrà il filo conduttore dell’anno nello spettacolo “Verde è vita”.

Nella seconda parte dell’anno si offrirà per gli alunni delle classi terza, quarta e quinta l’approccio alla lingua spagnola; continuerà come sempre lo studio guidato.

 

… #nessunoescluso all’Oratorio Santo Spirito

 

Don Bosco, sempre vivo e attuale, ci richiama alla sua intuizione: “L’Oratorio era, per lui, il contenitore di tutte le opere delle case salesiane”. Era scuola, parrocchia, cortile. Questo è il nostro impegno: far tornare le opere come lui le ha vissute, adeguandole all’oggi. Non c’è  un più o un meno: c’è la casa aperta ai fanciulli, ragazzi e giovani.

Domenica 1 Ottobre l’Oratorio ha aperto il suo sipario negli ampi spazi dell’Istituto Santo Spirito. Tutti erano in scena: gli animatori investiti e orgogliosi del loro compito portato avanti già nei giorni precedenti. Chi entrava respirava proprietà, bellezza e tanto, tanto calore umano.

In poco tempo il cortile si è animato di colori, musica, giochi, tornei. Gli adulti partecipavano alla gioia di quel chiasso piacevole perché fatto di intesa dove tutto e tutti hanno un posto. “#nessunoescluso” la scritta che appariva sui muri è diventata realtà.

Ci siamo sentiti città nella partecipazione del nostro Vescovo Mons. Piergiorgio Micchiardi, dell’Assessore dott.ssa Alessandra Terzolo, nella presenza di Don Gian Paolo Pastorini, incaricato della Pastorale Giovanile, di Mons. Paolino Siri e degli altri parroci cittadini. Una piacevole e convinta sinergia.

Il pomeriggio è terminato con la proiezione del video per rivivere le sei settimane dell’Estate Ragazzi.

Un momento di preghiera rispettoso di tutte le fedi ha visto che i ragazzi sono capaci di cose serie.

Don Bosco oggi può gioire per il passo avanti verso l’apertura al territorio e in particolare alle parrocchie per il bene dei giovani unendo le forze, aprendosi all’oggi in questa città che amiamo.

 

Sr Milena Rabino

Tagged with:

Similar articles