Chiusura del Centenario a Roppolo

La Casa di Roppolo è stata aperta il 19 di agosto 1915.  festa Centenaria è stata distribuirla in quattro giornate annuali ed è stata solennemente conclusa il 6 settembre 2016. Così si è fatto.

Non è facile descrivere la giornata festosa che chiude un Centenario. Erano tutti interessati: la popolazione, la cantoria, la Banda, le Autorità civili, i gruppi, le organizzazioni laicali del paese, le Associazioni varie con le quali le Suore FMA collaborano sempre e volentieri. Dobbiamo dire che è stata preparata un po’ da tutti, dietro la guida della Commissione preposta. Quindi la giornata di oggi, 6 settembre, chiusura di un festoso Centenario, si è svolta così:

Alle ore 11.00 solenne S. Messa presieduta da Don Enrico Stasi, Ispettore della Circoscrizione Speciale Piemonte e Valle D’Aosta. Con lui concelebravano il Parroco Don Adriano Bregolin, il Direttore Salesiano di Ivrea Don Frigerio Riccardo, il Direttore salesiano di Chieri Don Eligio Caprioglio, il Cappellano delle FMA di Roppolo Don Arnaldo Scaglioni e don Albino Sosso della comunità di Vigliano. Le FMA avevano come autorità la presenza dell’Ispettrice Sr Elide Degiovanni, della sua Vicaria Sr Emma Bergandi, della Direttrice di Torino 27 Sr Martinetti Claudia, di Sr Candida Aspesi della comunità di Varese, di altre Direttrici di case minori e di tante, tante Suore di varie case del Piemonte. La Chiesa parrocchiale di Roppolo che non è piccola, era stipata dentro e fuori le con sedie. All’esterno erano stati apposti due grandi televisori e uno schermo gigante e, tra due colonne, spiccava una scritta a caratteri cubitali. “I Roppolesi ringraziano Dio e le Suore”. La cerimonia è risultata eccellente per la bravura del Maestro Aronne Pastoris che guidava la corale, le soliste e gli elementi a quattro voci e del Maestro Maiorino Maurizio che suonava la chitarra e guidava il suo gruppo. Grandissima la partecipazione del popolo di Dio che non batteva ciglio e lasciava trasparire dal volto l’interna commozione. L’omelia, e le intercessioni erano incentrate sul “Grazie” a Dio per i 100 anni della presenza a Roppolo delle Figlie di Maria Ausiliatrice. All’offertorio è stata portata all’altare una pianeta antichissima e ricca di pietre preziose con tanto di certificato originale del dono alle Suore FMA, di una nobile famiglia del Castello. Il Sindaco di Roppolo, prendendo la parola, ringrazia la Direttrice Sr Bertilla Stecca consegnandole una targa con dedica personalizzata a nome dell’Amministrazione comunale. Al termine della S. Messa si sono alternate all’ambone varie Autorità per complimentarsi e ringraziare le Suore per quanto hanno fatto in 100 anni di presenza.

Fuori della Chiesa i commenti erano questi: “Che solennità, mai visto una cerimonia così bella e commovente”!

Ma la festa non finisce qui; si è attesi tutti al “Polivalente” al rinfresco offerto dalla Ditta Artana e, come sorpresa, troviamo la Banda musicale di Roppolo ad attenderci per rallegrarci con le sue note.

Al momento del dolce ci viene presentata una enorme torta con la riproduzione della grande Casa delle Suore di Roppolo, perfetta in tutte le sue parti e nei suoi colori. E’ stata accolta da un caloroso battimano, dalle luci e dagli scatti delle macchine fotografiche.

Ma, come in tutte le manifestazioni, viene anche il momento di salutarci e di ringraziarci. Ci pensa la Banda musicale con i suoi canti popolari.

La giornata non poteva essere più solenne di così. Rimarrà indelebilmente impressa nell’anima di tutti, a ricordo del bene più prezioso che il paese possiede: la presenza delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Lo sapevamo e ci è stato confermato: tutto il bene che la popolazione riserva alle sue Suore supera ogni aspettativa. Non abbiamo parole! Ricambieremo con tanti gesti di attenzione, di fraterna accoglienza e soprattutto con la preghiera.

Sr Anna Maria Generali

Please follow and like us: